Resoconto Consiglio Comunale del 29 Maggio 2018

Il 29 Maggio 2018 alle ore 17.30 si è svolto il Consiglio Comunale nel quale i punti all’O.d.G. erano relativi alla dismissione delle quote della Società Vestina Gas srl possedute dal Comune di Penne e la modifica dello Statuto della Società stessa.

Dopo le comunicazioni del Presidente e prima dell’inizio della discussione del punto sulla dismissione delle quote, il capogruppo del MoVimento 5 Stelle Luca Falconetti ha presentato, come da Art. 29 del Regolamento del Consiglio Comunale, una Questione Pregiudiziale poiché ai consiglieri di opposizione è stato negato l’accesso alla documentazione necessaria per poter decidere e votare sul punto in oggetto. Nello specifico, il Capogruppo Falconetti ha chiesto al Segretario Comunale, a mezzo PEC, di ottenere copia della proposta d’acquisto formulata dalla AIM srl e protocollata il 30/04/2018.

Il rifiuto è stato motivato da una comunicazione del Sindaco Semproni il quale ha motivato come segue:
“in merito alla procedura di alienazione delle quote di partecipazioni in oggetto, deliberate dai
Consigli comunali di Penne e Collecorvino, si chiede – a norma dell’art. 49 dello Statuto comunale
vigente – l’applicazione della clausola di riservatezza relativa al documento contente “l’offerta di
acquisto irrevocabile” presentata dalla società AIM Energy Srl in data 30 aprile 2018 e acquisita al
prot. con il nr. 5008.
L’applicazione di tale clausola si rende necessaria al fine di garantire la riservatezza dei dati
dell’impresa acquirente presenti nell’offerta, la sua organizzazione aziendale, le relazioni con parti
terze, le strategie commerciali proposte e quelli sensibili di persone (Tar Brescia 487/2015), nonché
la tutela degli interessi dell’Ente finalizzati alla conclusione positiva dell’accordo commerciale.”

Nella Pregiudiziale i Consiglieri del M5S Falconetti, Duttilo e Fidanza hanno spiegato che tale Articolo si applica ai cittadini e NON può valere per i Consiglieri Comunali che, come stabilito dall’Art. 43 comma 2 del TUEL hanno diritto di ottenere tutte le informazioni utili allo svolgimento del proprio mandato.

Durante la discussione si è appreso che anche al capogruppo di Penne Vale è stato negato l’accesso aggiungendo alle motivazioni un articolo del DLgs 50/2016 (Codice degli Appalti) che, però, non può essere applicato al caso in oggetto poiché la vendita di Vestina Gas srl sta avvenendo con trattativa privata.

Dopo la discussione della Pregiudiziale si è passati al voto e che è stata respinta con 6 voti a favore (MoVimento 5 Stelle, Penne Vale, Per Penne) e 11 contrari (Penne Viva).

Dopo aver votato un emendamento alla Proposta di Delibera (a cui i consiglieri del M5S non hanno preso parte) si è discusso la proposta di deliberazione sulla vendita.

Il Capogruppo Falconetti, richiamando il Regolamento del Consiglio Comunale, ha ricordato al Presidente che nella fase della dichiarazione di voto si può fare solo dare una succinta motivazione del voto, che non può eccedere i 10 minuti. L’Assessore Petrucci, invece, ha parlato per oltre 20 minuti narrando la cronistoria di Vestina Gas che, se fosse stata utile ai fini del voto, sarebbe dovuta avvenire nella fase della discussione nella quale l’Assessore Petrucci ha dato scarne ed incomplete risposte alle opposizioni.

I toni sono stati accesi e, dopo due ore nelle quali il trattamento riservato ai membri delle opposizioni sia sui tempi sia sul diritto di accesso agli atti non è stato equo rispetto a quelli della maggioranza, per protesta tutti i consiglieri del M5S, Penne Viva e Per Penne hanno abbandonato l’aula per protesta.

Elezioni Politiche 2018, I risultati del MoVimento 5 Stelle a Penne

Ecco i risultati definitivi delle Elezioni Politiche 2018, nelle 14 Sezioni del Comune di Penne:

Camera: Tot. Votanti 7382

MoVimento 5 Stelle 45.4 %
Andrea Colletti 3351 voti
(di cui 3200 alla lista)

Senato: Tot. Votanti 6658

MoVimento 5 Stelle 43,6%
Primo Di Nicola 2903 voti
(di cui 2792 alla lista)

Per il MoVimento 5 Stelle, nei collegi in cui si è votato a Penne, sono stati eletti:

Alla Camera dei Deputati, nel Collegio di Pescara: ANDREA COLLETTI (uninominale), GIANLUCA VACCA e DANIELA TORTO (plurinominale).
Al Senato della Repubblica, nel Collegio Pescara – Chieti – Vasto: PRIMO DI NICOLA (uninominale), GIANLUCA CASTALDI (plurinominale)

Resoconto Consiglio Comunale del 14 Dicembre 2017

Il 14 Dicembre scorso si è svolto il Consiglio Comunale in seduta Straordinaria, nel quale ben 4 punti degli 8 previsti erano relativi ad iniziative del MoVimento 5 Stelle Penne. Il Consiglio è cominciato alle 15.30 e si è concluso alle 18.30.

I primi 4 punti, escluse le comunicazioni del Presidente, erano risposte ad interrogazioni presentate dal M5S e la discussione dell’attesa Mozione sulla ZTL in Piazza Luca da Penne.

Il Capogruppo Luca Falconetti ha proceduto alla lettura e alla spiegazione della prima Interrogazione, quella relativa al comitato ristretto dei Sindaci, nella quale il MoVimento 5 Stelle Penne chiedeva al Sindaco Semproni perché avesse espresso parere positivo all’Operato del Direttore Generale Dott. Armando Mancini. Il Sindaco ha risposto dicendo, tra l’altro, che il voto (peraltro non vincolante) è stato deciso da lui “come addetto ai lavori” senza consultarsi con gli altri sindaci né con la sua maggioranza e che ha espresso un voto favorevole poiché il Direttore ha raggiunto gli obiettivi stabiliti dalla Regione. Il Capogruppo Falconetti nella sua replica ha ribadito che nella Conferenza dei Sindaci si esprime un voto Politico e non tecnico, poiché in quella sede il Sindaco rappresenta la propria comunità.

La seconda interrogazione riguardava l’Agenzia per la promozione culturale di Penne (meglio nota come Biblioteca comunale), chiusa ormai da mesi e sulla quale permangono le ombre e le incertezze sul futuro; l’interrogazione è stata letta e presentata dalla consigliera Paola Maria Duttilo che ha messo in luce come la strategia adottata dal Sindaco Semproni e dalla sua Giunta, cioè del “Rapporto epistolare” senza risposte con il Presindente D’Alfonso sia infruttuosa. La consigliera Duttilo ha incalzato la maggioranza con una serie di domande a cui ha dato risposta l’Assessore Petrucci senza però chiarire se le iniziative elencate siano già state poste in essere o siano ancora allo stato di proposte.

La terza interrogazione è stata presentata dal Capogruppo Falconetti e nasce da una e-mail ricevuta a seguito di un’istanza di Accesso agli Atti presentata all’Area VI – Urbanistica, nella quale venivano evidenziate carenze di organico e di strumentazione hardware e software; il capogruppo ha, inoltre, chiesto all’Assessore al Personale, la Dott.ssa Tulli, una serie di informazioni circa il personale del Comune di Penne, la consistenza dell’organico stesso e se Penne è dotata di un sistema di Valutazione delle Performance, come stabilito dalle normative vigenti. Altro punto fondamentale era sapere se la maggioranza, vista la difficoltà degli uffici comunali nello svolgere l’attività ordinaria, fosse ancora intenzionata a realizzare il nuovo Piano Regolatore Generale (PRG). La risposta è stata data dall’Assessore Tulli che ha letto i dati relativi al personale, ha risposto che al momento NON è stato ancora implementato un sistema di valutazione delle performance e che, nonostante la carenza di organico e strumentazione, la maggioranza intende dar seguito a quanto stabilito nei mesi precedenti, cioè realizzare il PRG all’interno degli oberati uffici comunali. La replica del Capogruppo si è soffermata soprattutto su questo punto, sottolineando quando tale risposta sia del tutto in contraddizione rispetto a quanto affermato in precendenza, e cioè che si deciderà di caricare ulteriormente di lavoro un ufficio che già oggi ha difficoltà nello svolgere i propri compiti.

La Mozione su Piazza Luca da Penne, attesa da molti cittadini, è stata letta e presentata dal consigliere Maurizio Fidanza; si ricorda che la Mozione deriva dall’esito della Consultazione Popolare svolta nei giorni 13, 14 e 15 ottobre nella quale ben 655 cittadini si sono espressi ssulla necessità di regolamentare il traffico in Piazza Luca da Penne e lungo C.so Alessandrini. La Mozione prevedeva la chiusura immediata al traffico di Piazza Luca da Penne e della successiva creazione di una ZTL (regolata da telecamere e/o colonnine a scomparsa) da Via Dante a C.so Alessandrini, salvaguardando il diritto di transito dei residenti, dei commercianti nelle apposite aree di carico e scarico e delle persone diversamente abili. Dopo la lettura si è aperta la discussione nella quale anche il Gruppo Penne Vale si è espresso a favore dell’iniziativa Pentastellata; il Sindaco Semproni ha risposto a nome della Maggioranza rigettando la proposta, poiché: “la contenuta affluenza abbia sostanzialmente legittimato l’Amministrazione ad assumere le iniziative che riterrà più opportune e soddisfacenti”. Il Sindaco prosegue affermando che tra i progetti di questa amministrazione (che, è bene ricordarlo, ha ridimensionato l’elenco annuale delle Opere Pubbliche 2017 da oltre 33 milioni a 2,75 milioni, ndr) ci sarà: “l’integrazione del sistema di risalita dalla Portella con scale mobili”. La controreplica del Capogruppo Falconetti non si è fatta attendere, ricordando al Sindaco come a Penne non ci siano altri precedenti di consultazioni Popolari di questo tipo e come 655 persone siano superiori alle ZERO che vengono interpellate dall’attuale Amm.ne per prendere decisioni importanti come, ad esempio, la realizzazione dei MUST negli ormai Ex parcheggi sottostanti al terminal degli Autobus; altro punto sottolineato dal Portavoce Pentastellato è stato come l’Amministrazione attuale respinga proposte a costo zero promettendo opere faraoniche (tra l’altro frutto di propaganda elettorale dal lontano 2003, ndr) che non verranno mai realizzate, in barba a quanto richiesto dai cittadini pennesi. La votazione ha visto 10 voti contrari (Penne Viva) e 5 Favorevoli (MoVimento 5 Stelle e Penne Vale); la Mozione, voluta fortemente dai cittadini pennesi, è stata così RESPINTA da Semproni e dalla sua maggioranza.

Il Sesto punto del Consiglio Comunale riguardava “l’Approvazione modifiche al piano della sosta”; come accennato al punto precedente, il Parcheggio contente 52 stalli a pagamento nel piazzale sottostante al Terminal degli Autobus non sarà più diusponibile, poiché in quello spazio verrà realizzata la nuova sede dell’ITC “G. Marconi” con l’utlizzo di MUST; datosi che la gestione dei parcheggi nella città di Penne è stata affidata nel corso nella precedente amm.ne alla R.T.I. composta da SIG e Cityservice, è stato necessario “restituire” buona parte di questi stalli a pagamento. Di fatto nell’area circostante gli ormai ex parcheggi e in buona parte del piano superiore del parcheggio multipiano (quello del Supermercato Conad, ndr) i parcheggi saranno a pagamento. Dopo un duro attacco al Piano della Sosta da parte dell’ex vice-sindaco Napoletano, anche il Capogruppo Falconetti ha criticato il Piano della Sosta, che manca di programmazione e serve soltanto a restituire su carta il numero dei parcheggi a pagamento, senza il minimo interesse strategico da parte dell’Amministrazione che, tuttavia, ha approvato il piano con i voti contrari delle opposizioni.

Gli utlimi due punti riguardavano il riconoscimento di debiti fuori bilancio per un ammontare complessivo di circa 140.000 euro dovuto a contenziosi tra privati e Comune di Penne.

 

Consultazione Popolare su Piazza Luca da Penne

Nei giorni 13, 14 e 15 Ottobre il MoVimento 5 Stelle Penne ha organizzato una Consultazione Popolare con la quale si chiede ai cittadini Pennesi di scegliere il futuro di Piazza Luca da Penne.

Da molti anni, a seguito di scelte confuse (tra cui la discussa riqualificazione ancora in corso), le amministrazioni comunali che si sono succedute non sono riuscite a trovare una soluzione definitiva che consenta ai cittadini e ai commercianti di sapere il destino di Piazza Luca da Penne, la Piazza principale della città.

Per questo motivo, su iniziativa dei Consiglieri comunali Luca Falconetti, Paola Maria Duttilo e Maurizio Fidanza, e con il prezioso contributo degli Attivisti, il MoVimento 5 Stelle Penne chiede ai cittadini di esprimere la propria opinione in merito.

Le scelte possibili sono 3:

  • ZTL TOTALE, da P.zza Luca da Penne alla porta di S. Francesco;
  • ZTL PARZIALE, solo P.zza Luca da Penne, aperta al traffico per C.so Alessandrini;
  • PIAZZA APERTA ALLA CIRCOLAZIONE, sia verso C.so Alessandrini che verso P.zza XX Settembre.

Tutti i cittadini Pennesi di età pari o superiore a 16 anni possono votare presso il Gazebo allestito in P.zza Luca da Penne; per chi dovesse trovarsi per studio, lavoro o altri motivi fuori città è possibile votare tramite e-mail al nostro indirizzo pennecinquestelle@gmail.com allegando copia di un documento di riconoscimento valido.

Lo spoglio avverrà Domenica 15 ottobre alle ore 18.30 presso la Sala Polivalente D’Angelosante e, sulla base dei risultati della consultazione, i consiglieri comunali predisporranno una Mozione da discutere e votare in Consiglio Comunale.

Per la città di Penne è un’evento senza precedenti, l’applicazione pratica di quel principio di Democrazia Diretta espresso in campagna elettorale e portato avanti dal gruppo del M5S di Penne. Gli orari in cui è possibile votare sono i seguenti:

  • Venerdì 13, dalle ore 13 alle ore 19;
  • Sabato 14, dalle ore 9 alle ore 19;
  • Domenica 15, dalle ore 9 alle ore 18.

Resoconto Consiglio Comunale del 27 Luglio 2017

Il 27 Luglio 2017 alle ore 15.30 si è svolto il Consiglio Comunale Straordinario, avente 8 punti all’O.d.G.

Nel primo punto, Comunicazioni del Presidente, lo stesso ha dato lettura delle 3 interrogazioni presentate nei giorni scorsi dal Gruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle, a firma Luca Falconetti, Paola Maria Duttilo e Maurizio Fidanza; due interrogano il Sindaco e la Giunta sul perché non si è ancora data attuazione alle Mozioni presentate e votate in consiglio sulla Diretta Streaming e sull’installazione di Eco-Compattatori; la terza pone all’Amministrazione ben 10 domande sulla situazione dei migranti e richiedenti asilo presenti nel Comune di Penne. A tutte e 3 le interrogazioni, l’Amm.ne dovrà rispondere nel corso del prossimo Consiglio Comunale.

I punti 2, 3 e 4 riguardavano interrogazioni presentate dal Gruppo Consiliare “Penne Vale”, al quale hanno dato risposta il Vice Sindaco, il Sindaco (che sull’interrogazione sull’utilizzo della Fascia tricolore ha tenuto una lezione di Storia del Risorgimento senza, però, rispondere alle domande poste dal Consigliere Napoletano, ndr) alle quali è seguita la controreplica del Consigliere Napoletano).

Il quinto punto all’O.d.G. era l’interrogazione presentata dal MoVimento 5 Stelle, a prima firma del Capogruppo Luca Falconetti, ad oggetto: “Delibera di giunta nr. 61 del 01.06.2017 – Atto di indirizzo nuova M. Giardini. Il Capogruppo ha illustrato nel dettaglio l’interrogazione, rileggendo in premessa alcuni stralci del suo intervento al Consiglio Comunale del 21 Ottobre 2016 (Consiglio Straordinario sulle scuole, chiesto ed ottenuto dal MoVimento 5 Stelle e da Penne Vale, ndr) nel quale faceva presente alcune delle criticità riscontrate sul Contratto firmato dal Comune di Penne e dalla Corbo Group SpA e alcune gravi difformità rispetto al Bando di Gara 1/2013, ricordando che il Bando è una Lex Specialis e che, come tale, non può essere derogata o modificata dal contratto. Il Capogruppo Falconetti ha rivendicato che ben 8 mesi prima dell’atto di indirizzo dato al RUP dalla Giunta, aveva segnalato la questione dei Canoni (utilizzata come motivazione dalla maggioranza nella delibera di giunta nr.61/2017, ndr) oltre che le difformità nelle penali e nei tempi di realizzazione non menzionate, invece, dalla Giunta. Dopo aver dato lettura delle premesse e delle 8 domande poste al Sindaco e alla Giunta, il Vice Sindaco e Assessore Ferrante ha letto le risposte alle domande (cliccando sull’ipertesto si aprirà il documento). La controreplica del Capogruppo Falconetti è stata durissima, accusando la Maggioranza di non dare risposte precise alle domande e di aver dato risposte scarne e scritte in “politichese” invece di rispondere in modo puntuale e far capire alla minoranza e a tutta la città cosa intendono fare sulla Nuova e Vecchia Giardini e cosa ne sarà delle scuole di Penne negli anni a venire.

Il punto numero 6 all’O.d.G.“Variazione di Bilancio di Previsione Finanziario 2017/2019 – Ratifica della deliberazione di Giunta comunale nr. 66[…]” riguardava l’inserimento in Bilancio del contributo di 100.000 euro erogato dalla Regione Abruzzo per i fondi PAR FAS 2007-2013 Linea d’Azione IV 1.2.a – Intervento 1 “Programma straordinario per lo sviluppo delle raccolte differenziate e del riciclo per i comuni”. Dopo che la maggioranza ha illustrato la delibera, il Capogruppo Falconetti ha fatto un intervento nel quale evidenziava alcune problematiche ravvisate non tanto e non solo nella delibera, ma nella gestione di tali fondi e nella realizzazione dell’Isola Ecologica in P.zza Luca da Penne.

Nello specifico, il capogruppo M5S ha sottolineato come, leggendo le delibere di Giunta nr. 64 e 66, sembrerebbe che tali fondi siano in realtà utilizzati per completare la pavimentazione in P.zza Luca da Penne e per questo motivo ha chiesto lumi alla maggioranza. Altro elemento di criticità circa l’isola ecologica è la comunicazione inviata al Comune di Penne dai progettisti Micara e Cipriani con la quale evidenziano notevoli problematiche (tecniche ed economiche) circa la realizzazione dell’Isola Ecologica interrata nell’area coincidente con il 3° stralcio del Secondo Lotto dei lavori in P.zza Luca da Penne. La terza problematica messa in luce dal Capogruppo Falconetti, a seguito dell’accesso agli atti effettuato presso l’Ufficio Tecnico, è la mancanza di qualsiasi progetto circa la realizzazione del 3° stralcio del Secondo Lotto dei lavori in Piazza, lavori che tuttavia si sono già realizzati; a questo punto il Portavoce Pentastellato ha chiesto all’Amministrazione chi avesse autorizzato tali lavori in mancanza del progetto e con quali fondi, senza ottenere risposte esaustive.

Alla luce delle tante problematiche sollevate, il Gruppo del MoVimento 5 stelle ha deciso di non prendere parte alla votazione uscendo dall’Aula.

Il settimo punto, la delibera sull’assestamento di bilancio, ha visto dopo gli interventi dell’Assessore al Bilancio e dei capigruppo di minoranza, il voto contrario delle opposizioni a causa della riserva posta dal revisore dei conti e dal poco tempo a disposizione per realizzare le coperture necessarie (attraverso la vendita delle quote di Vestina Gas, ndr).

L’ultimo punto all’O.d.G. “Approvazione Regolamento per l’occupazione di suolo pubblico e delle aree private con dehors stagionali” ha visto l’intervento del Consigliere Maurizio Fidanza durante la discussione; il consigliere ha evidenziato come il Regolamento sia di per sé una cosa positiva, in considerazione del fatto che questo è un primo passo affinché Penne rispetti i requisiti della Carta di qualità de “I Borghi più belli d’Italia” di cui Penne fa parte, chiedendo però, attraverso un emendamento firmato anche da Falconetti, Duttilo e Napoletano, di eliminare i punti in cui si chiede ai commercianti il pagamento della TARI sulle aree occupate. Il Segretario Generale, reputando inammissibile l’emendamento a causa della mancanza del parere tecnico, non ha consentito che tale emendamento fosse votato, rinviandolo a un successivo Consiglio Comunale. Per questo motivo il Gruppo MoVimento 5 Stelle si è astenuto.

Il Consiglio Comunalesi è concluso alle ore 18.30 circa.

Resoconto Consiglio Comunale del 27 Giugno 2017

Si è svolto ieri, 27 giugno 2017 alle ore 15.30, il Consiglio Comunale in seduta straordinaria.
Il Consiglio è durato 4 ore e 30, visti i 12 punti in discussione e l’importanza dei temi trattati, chiudendosi alle ore 20.00.

Il Presidente del Consiglio Comunale ha dato letto delle interrogazioni presentate dai gruppi di opposizione, tra cui la dettagliata interrogazione presentata dal M5S Penne circa la Delibera di Giunta n. 61 con la quale l’Amministrazione chiede al RUP di annullare l’Iter di costruzione della Nuova M. Giardini in Via dei Lanaioli, alle quali verrà data risposta nel prossimo Consiglio.

Importantissimo risultato del M5S Penne che ha ricevuto l’approvazione all’unanimità delle 2 Mozioni presentate:
Istituzione osservatorio comunale della Legalità;
Conferimento della cittadinanza onoraria al Magistrato Nino di Matteo;

La consigliera Paola Maria Duttilo ha illustrato le due mozioni realizzate dal Gruppo Consiliare che si inseriscono nel percorso di Legalità intrapreso con l’istituzione del Codice Etico, spiegando le motivazioni e l’importanza pratica e simbolica di tali atti. Sia la maggioranza che Penne Vale hanno plaudito all’iniziativa ed hanno espresso il loro voto favorevole, sottolineando l’importanza di tali atti a favore della Legalità e della sensibilizzazione contro le Mafie.

Argomento del Consiglio era anche l’inizio dell’Iter di realizzazione dei M.U.S.T. che ospiteranno l’ITC “G. Marconi”, che ha occupato 3 punti della discussione. I consiglieri Luca Falconetti e Maurizio Fidanza hanno espresso i dubbi sia sull’Iter, sia sui tempi che sulle modalità di realizzazione motivando così il voto di astensione; hanno altresì ribadito come il MoVimento 5 Stelle non sia contrario alla realizzazione dell’Opera, evidenziando l’impegno dei ragazzi del Marconi, e che per questo motivo se tutto l’Iter sarà svolto correttamente, in tempi certi e senza esborsi da parte del Comune i prossimi voti su tale opera saranno favorevoli.

Altro punto che ha richiesto una lunga discussione è stato il n.10 “Indirizzi per la redazione del nuovo Piano Regolatore Generale e per la revisione o variante dei piani particolareggiati”. I consiglieri Falconetti e Fidanza hanno elencato una lunga lista di criticità sulla proposta di deliberazione tra cui:
– Mancanza di Visione Strategica;
– Mancanza di specifiche su Infrastrutturazione e Viabilità;
– Nessuna indicazione di tempi di realizzazione;
– Nessuna indicazione dei costi a carico del comune di Penne;
– Nessuna indicazione su come verrà gestito l’Ufficio Urbanistica, già oggi oberato di lavoro;

Su tale punto ci sono stati due lunghi interventi del Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici che, tuttavia, non ha fornito adeguate spiegazioni a tutti gli interrogativi posti. Il Gruppo M5S ha espresso voto contrario a tale proposta di deliberazione che, comunque, la maggioranza ha approvato.

Altro punto su cui il M5S ha espresso voto contrario è stato quello relativo alla proroga dell’affidamento alla Coop. Cogecstre della Gestione Riserva Naturale Lago di Penne per altri 6 mesi, fino al 31/12/17. il Capogruppo Falconetti ha motivato così la decisione: “alla prima proroga non ci siamo opposti a patto che fosse la prima ed unica e che entro fine Giugno l’iter per l’assegnazione si concludesse. Datosi che ciò non è avvenuto e temiamo che si possa continuare all’infinito con la prorogatio diamo, per coerenza con quanto detto mesi fa sia in commissione che in consiglio, voto contrario“.